EDITORIA E MEDIA PARTNER

SEZIONE A CURA DI CRISTINA CASERO

Esplora il mondo della fotografia attraverso la sezione editoria di MIA Photo Fair: editori, riviste e pubblicazioni specializzate ti attendono per un’immersione completa nell’universo visivo della fotografia d’arte. Approfondire storie dietro agli scatti più iconici e scoprire le voci autorevoli del settore, questo è la sezione editoria di MIA, con un panorama ricco e diversificato per soddisfare le passioni e gli interessi dei collezionisti, degli amanti dell’arte e degli appassionati di fotografia. Un viaggio attraverso parole e immagini che arricchirà l’ esperienza a MIA Photo Fair.

ESPOSITORI
24 ORE CULTURA  MILANO, ITALIA
ARTRIBUNE SRL  Roma, Italia
ARTUU MAGAZINE  MILANO, ITALIA
BEYOND.LUXURY SAGL  LUGANO, SVIZZERA
CAIRO EDITORE SPA  MILANO, ITALIA
EXIBART LAB  Roma, Italia
FOUDRE MAGAZINE  PARIS, FRANCIA
GENTE DI FOTOGRAFIA  MODENA, ITALIA
HENRY BEYLE  MILANO, ITALIA
IL GIORNALE DELL’ARTE  TORINO, ITALIA
KINGKOALA PRESS  MILANO, ITALIA
LE STANZE DELLA FOTOGRAFIA  VENEZIA, ITALIA
LIBRO ARTE  TOKYO, GIAPPONE
MAN IN TOWN  MILANO, ITALIA
MASSIMO FIAMENI  SEGRATE, ITALIA
MIMESIS EDIZIONI  SESTO SAN GIOVANNI, ITALIA
MASSIMO CIACCIO EDITORE  MILANO, ITALIA
SEIPERSEI EDIZIONI  SIENA, ITALIA
SPREA EDITORE  CERNUSCO SUL NAVIGLIO, ITALIA
VOICES OF WEALTH SRL  MILANO, ITALIA

CRISTINA CASERO

Cristina Casero insegna Teorie e tecniche della Fotografia e Storia dell’Arte Contemporanea presso l’Università di Parma, dove è professoressa associata. Dal 2022 dirige il CSAC, Centro Studi e Archivio della Comunicazione. I suoi studi si sono dapprima concentrati sulle esperienze della cultura figurativa italiana del secondo dopoguerra e sulla scultura ottocentesca italiana, con particolare interesse per i legami della produzione visiva con le questioni politiche, sociali e civili dell’Italia del tempo. Su questa linea di interesse sono anche le indagini sugli ultimi quaranta anni del Novecento, dedicate soprattutto all’immagine fotografica, analizzata nelle sue diverse accezioni. Tra i contributi più recenti, del 2016 è la monografia Paola Mattioli. Lo sguardo critico di una fotografa (Postmedia Books) e del 2020 Gesti di rivolta. Arte, fotografia e femminismo a Milano 1975 – 1980  (Società per l’Enciclopedia delle Donne). Nel 2021 ha curato il volume Fotografia e femminismo nell’Italia degli anni ’70: indagine critica e testimonianza (Postmedia Books) e pubblicato il libro Uno sguardo che riflette. Ricerche di fotografia concettuale in Italia tra gli anni Sessanta e Settanta (Meltemi).