PREMIO MIRAMART

miramART, un’associazione culturale no-profit, fondata dal Grand Hotel Miramare, conferma, per il secondo anno consecutivo, il premio miramART, con l’obiettivo di sostenere l’arte contemporanea, rinnovando la sua partnership con MIA Photo Fair, in programma dall’ 11 al 14 aprile 2024.

Nel perseguimento dell’obiettivo di promuovere regolarmente conversazioni legate al contemporaneo, l’associazione miramART intende sostenere un artista coinvolto nella sezione speciale curata da Rischa Paterlini, attraverso la premiazione e l’acquisizione di una delle sue opere, che sarà successivamente inclusa nella propria collezione.

Tale iniziativa mira a supportare l’arte contemporanea e a dare visibilità ai talenti creativi, promuovendo la diffusione della cultura artistica e la condivisione di esperienze importanti per artisti, curatori, collezionisti e galleristi: “Siamo particolarmente sensibili ai temi trattati in questa sezione, un’occasione per ribadire il ruolo dell’arte contemporanea quale unico fil rouge per realtà, oggi così complesse mentre solo nel secolo scorso gli stessi paesi erano laboratori di convivenza e di scambi proficui tra culture e religioni diverse tra loro” sostengono Andrea e Fabio Fustinoni. L’acquisizione di un’opera da parte della collezione è infatti solo una delle modalità con cui l’associazione supporta l’arte contemporanea, in aggiunta al sostegno costantemente fornito a progetti espositivi e produzioni artistiche. L’opera sarà esposta nella collezione miramART presso il Grand Hotel Miramare di Santa Margherita Ligure, con l’auspicio che il lavoro contribuisca a promuovere un dialogo aperto tra culture e terre diverse.

A partire dal 2019, miramART assume anche il ruolo di denominazione della collezione d’arte contemporanea del Grand Hotel Miramare. Dal 2021, la collezione pubblica annualmente un catalogo delle opere esposte, il quale, curato da Rischa Paterlini, da quest’anno, sarà edito da Allemandi. Questa decisione sottolinea l’impegno costante nel promuovere e valorizzare il patrimonio artistico contemporaneo. Come dimostrato anche nel 2023, durante la prestigiosa MIA Photo Fair, Andrea e Fabio Fustinoni hanno manifestato il loro sostegno con la premiazione di un’opera facente parte del progetto “Underskin, Stories from Iran”, dedicato agli artisti iraniani. Untitled, from “Military Makeup” (2019) di Ali Zanjani, è stata l’opera vincitrice. Il lavoro, selezionato per la sua capacità di generare una sensazione di spaesamento e disorientamento, è stato lodato per la critica sociale profonda e l’attenzione sul dramma dell’Iran che il regime cerca di nascondere. Questo riconoscimento sottolinea la capacità di Zanjani di sensibilizzare il pubblico e affrontare tematiche attuali, conferendo un valore prezioso all’opera all’interno della collezione miramART. L’associazione culturale miramART dimostra il suo sostegno e la sua promozione dell’arte contemporanea attraverso il conferimento del premio omonimo, non solo celebrando l’eccellenza artistica, ma evidenziando anche l’impegno continuo nel promuovere una visione aperta e inclusiva attraverso l’arte contemporanea.