Artist
Alessia Paladini Gallery

Irene Kung, Manchurian Red Pine 1, 2018

Stampa digitale su carta cotone / D-print on rag paper
Dimensioni / Size: Cm. 140 x 100
Edizione / Edition: Edition of 5
Courtesy: Alessia Paladini Gallery

La foresta dell'anima.
Penso che l’artista debba dare al pubblico quello che il pubblico non ha, e quindi il compito di un artista contemporaneo è quello di far sognare le persone attraverso un messaggio positivo e intimo. Il sogno ci fa raggiungere le grandi mete e ci aiuta in momenti di difficoltà. Nella mia visione ci permette di accedere all’intuizione: un’emozione molto forte che elimina la razionalità. Credo che attraverso il sogno si arrivi meglio all’essenza dell’oggetto.
Gli alberi da frutto sono simboli di produttività, salute, fertilità e rappresentano un’immagine positiva in questo momento di crisi e difficoltà. Lavorando a questo progetto ho affrontato due grandi difficoltà: avevo poco tempo per le fotografie, perché questi alberi hanno un momento preciso in cui sono perfetti, e dovevo trovare l’esemplare che non facesse parte di un frutteto, perché in quel contesto gli alberi sono messi a ringhiera e quindi non nella posizione giusta per l’immagine che volevo.
Nel mio modo di lavorare è possibile riportare l’albero a quello che ho sentito. Il mio lavoro consiste proprio in questo: tolgo ciò che non è essenziale per far vedere l’albero com’è, come lo sento. È intuizione, è irrazionale: il razionale ci può portare fuori strada, il sentimento no. La fotografia giusta per me è quella che fa emozionare. (I.K)

The Forest of Soul.
I think the artist should offer the spectator what the spectator does not already have. Therefore the task of the contemporary artist is to make people dream with the aid of a positive and intimate message. Dreams enable us to reach great goals and help us in our difficult moments. In my vision they allow us to access intuition, a very powerful emotion that eliminates rationality. I believe that through dreams we can reach the essence of the object in a more successful way.
I wanted to pass on a positive image in this moment of crisis and hardship, and with fruit trees – symbols of productivity, health, fertility – it was almost a natural outcome. Thinking of this project I came across two major difficulties: I hat little time, because these trees only have a specific moment in which they are perfect; moreover I had to find the tree that was not part of an orchard, because in that context trees are laid out on regular grids, hence not in the right position for the image I wanted.
In my way of working it is possible to reinstate the tree to what I felt. That is exactly what I do with my work: I remove everything unessential in order to show the tree as it is, as I feel it. It is intuition, it is irrational: rationality can be misleading, sentiment cannot. Good photography, to me, is the one that moves us. (I.K)


Irene Kung

Svizzera / Switzerland


ArtOnWall


DESIGN POWERED BY