Anna Di Prospero, Anna Di Prospero, Temporary House-Cours Belsunce, Marseille, 2013, cm 67x100, 2013

Courtesy: MLB Maria Livia Brunelli Gallery

inkjet fine art
inkjet fine art
Dimensioni / Size: 67x100
Edizione / Edition: ed di 6
Prezzo / Price: 3200

Profondamente meditato è ogni scatto delle serie fotografiche di Anna Di Prospero. In Urban Self-portrait, ad esempio, l’artista ha esplorato lo stretto rapporto tra il corpo umano e l’architettura attraverso scatti che diventano sintesi di brevi atti performativi dove il corpo, ripreso sotto forma di autoritratto, si fonde con l’ambiente urbano stabilendo una profonda simbiosi che rievoca l’espressione della danza di Pina Bausch. “Per realizzare ciascuno scatto – spiega l’artista – ho scelto le architetture da interpretare con il mio corpo con molta cura, ho studiato le immagini nel mio studio, per poi partire e raggiungere il luogo in cui scattare gli autoritratti. Un lavoro che mi ha impegnato cinque anni, per il quale ho visitato una ventina di città diverse tra Europa e America”.

Each shot of Anna Di Prospero's photographic series is deeply thought out. In Urban Self-portrait, for example, the artist explored the close relationship between the human body and architecture through shots that become a synthesis of short performative acts where the body, taken in the form of a self-portrait, merges with the environment. urban, establishing a deep symbiosis that evokes the expression of Pina Bausch's dance. "To make each shot - explains the artist - I chose the architectures to interpret with my body with great care, I studied the images in my studio, and then left and reached the place where to take the self-portraits. A job that took me five years, for which I visited about twenty different cities between Europe and America ”.


Anna Di Prospero

Italia @ Italy
https://www.mlbgallery.com/artisti/anna-di-prospero

Anna Di Prospero nasce a Roma nel 1987.
Ha studiato fotografia presso l'Istituto Europeo di Design di Roma e la School of Visual Arts di New York. La sua ricerca fotografica si caratterizza per il segno introspettivo con cui esplora la quotidianità e il rapporto tra uomo e spazio.
Nel 2008 è stata inaugurata la sua prima mostra personale all’interno di Fotografia-Festival Internazionale di Roma. Nel 2009 partecipa al FotoLeggendo Festival e vince il Prix Exchange Boutographies che le vale la partecipazione al Boutographies Rencontres Photographiques di Montpellier. Nel 2010 viene selezionata per il seminario di fotografia internazionale Reflexions-Masterclass tenuto da Giorgia Fiorio e Gabriel Bauret.
Il suo lavoro è stato esposto in numerose mostre personali e collettive in Italia e Stati Uniti, tra cui Les Rencontres D’Arles, Month of Photography Los Angeles e La Triennale di Milano.

Le sue foto hanno incantato l’Italia e l’America, dove Anna Di Prospero ha approfondito i suoi studi presso la School of Visual Arts di New York. Ha vinto due prestigiosi premi, il People Photographer of the Year all’International Photography Awards e Discovery of the Year al Lucie Awards e si è classificata al secondo posto nella categoria Ritratto al Sony World Photography Award 2014.
Nel 2016 è stato pubblicato il suo primo libro fotografico Marseille(s), frutto del lavoro svolto in residenza artistica presso l’associazione culturale Le Percolateur di Marsiglia.

L'intensa opera che la ritrae con la madre, “Self-portrait with my mother”, è stata scelta come immagine della grande mostra della Collezione Donata Pizzi “L’altro sguardo. Fotografe italiane 1965-2015” ospitata nel 2016/2017 alla Triennale di Milano. L’opera appartiene alla serie “Self-portrait with my family”, nata dal desiderio dell’artista di sviluppare una ricerca sui suoi legami più intimi: in ogni immagine ha analizzato il rapporto familiare lasciando che si trasformasse in fonte ispiratrice. La parte più importante di questo lavoro è stata per lei il coinvolgimento ottenuto durante gli scatti, grazie al quale ha scoperto aspetti sconosciuti dei suoi familiari ritratti nei luoghi della loro esistenza quotidiana.
“Self-portrait with Eleonora” è stata scelta da Concita De Gregorio come immagine di copertina per il suo libro “Chi sono io? Autoritratti, identità, reputazione”, in cui la nota giornalista l’ha intervistata insieme ad altre quattro fotografe italiane. Nelle opere della serie “Urban self-portrait”, l’artista ritrae invece se stessa in poetici ed evocativi autoscatti in cui il suo corpo “interpreta” l'architettura contemporanea.

Per acquistare l’opera o per ulteriori informazioni potete contattare MLB Maria Livia Brunelli Gallery compilando questo form.
If you want to buy or if you are interested in further information please contact MLB Maria Livia Brunelli Gallery trough this form.

ENQUIRY FOR

Anna Di Prospero, Anna Di Prospero, Temporary House-Cours Belsunce, Marseille, 2013, cm 67x100, 2013








    ArtOnWall


    DESIGN POWERED BY