Artista
Fine-Art Images Gallery

Stefania Romano, Bocciolo, 2019

Analogica, stampa ai sali d'argento e viraggio al selenio / Analogue, gelatin silver print and selenium toning
Dimensioni / Size: 60 x 40 cm.
Edizione / Edition: 1 di 3 + 1 P.A.
Courtesy: Fine-Art Images Gallery

Progetto sulla femminilità che si propone di esplorare la delicatezza dei petali dell’orchidea con un “clin d’oeil” all’intimità femminile. “LaBELLE” (dal latino labellum o labrum =labbro), riprende il nome botanico francese del petalo che si sviluppa verso il basso e che grazie alla sua forma arrotondata funge da richiamo per gli insetti impollinatori.
Tuttavia, il titolo può anche essere letto come un apprezzamento verso la delicatezza delle forme sensuali di questo fiore LA BELLE ( La Bella).

A project on botanical femininity that aims to explore the delicacy of orchid petals with a "clin d’oeil" to feminine intimacy.
The title of the project : « LaBELLE » (from the Latin labellum or labrum = lip), takes up the French botanical name of the petal which develops downwards and which, thanks to its rounded shape, serves to attract pollinating insects.
However, the title can also be read as an appreciation for the delicacy of the sensual forms of this flower LA BELLE (The Beautiful).


Stefania Romano

Francia / France
https://www.fine-art-images.it/Contemporanei/Stefania-Romano

Comincia le sue ricerche fotografiche all’inizio del 2000. Per la sua formazione lontana dal mondo accademico non si definisce “fotografa”, ma artista fotografica.

A partire dal 2005 incomincia a studiare metodicamente la luce e i suoi contrasti in rapporto alla figura umana.

Incomincia a ricalcare le orme dei grandi fotografi francesi ripercorrendo le vie di Parigi. In questa fase, l’artista sottolinea più volte il legame tra il suo lavoro e lo sguardo degli artisti surrealisti di inizio ‘900.

Nel 2019, presenta per MIA PHOTO FAIR 2019 il progetto NUVOLE DI CIPRIA
In questi scatti ritroviamo un’ode alla bellezza e alla femminilità.

Vive e lavora a Parigi dal 2009

She begins her photographic research at the beginning of 2000. For her education far from the academic world, she does not define herself as a "photographer", but a photographic artist.

Starting from 2005 she began to methodically study light and its contrasts in relation to the human figure.

She begins to follow in the footsteps of the great French photographers by retracing the streets of Paris. In this phase, the artist repeatedly emphasizes the link between her work and the gaze of the surrealist artists of the early 1900s.

In 2019, you will present the NUVOLE DI CIPRIA project for MIA PHOTO FAIR 2019
In these shots we find an ode to beauty and femininity.

She has lived and worked in Paris since 2009



ArtOnWall


DESIGN POWERED BY