Artista, MIA Fair 2023 @ Alessia Paladini Gallery

Piergiorgio Branzi, Gelataio sulla spiaggia di Senigallia, 1958

Courtesy: ©Eredi Piergiorgio Branzi/Courtesy Alessia Paladini Gallery

Stampa ai sali d'argento, vintage
Vintage Gelatin Silver Print
Dimensioni / Size: cm. 22,7 x 30
Edizione / Edition: Unica/unique

Contattare Alessia Paladini Gallery per il prezzo.
Please contact Alessia Paladini Gallery for the price.


Piergiorgio Branzi

Italia @ Italy

Piergiorgio Branzi (1928-2022) si avvicina alla fotografia nel 1953, dopo avere visitato una mostra di Henri Cartier-Bresson. Formatosi nella tradizione figurativa rinascimentale toscana, dotato di una naturale eleganza, diventa presto un maestro del ''ritratto ambientato''. Monsignori, bambini, borghesi, paesani, colti di sorpresa, con sottile sarcasmo, in equilibrio tra un lirismo sommesso e una vivida caratterizzazione psicologica. Tra i primi a cogliere la modernità dei grandi modelli stranieri ed a sperimentare l'uso del nero profondo, sconosciuto in Italia negli anni Cinquanta, Branzi diventa, con Paolo Monti e Mario Giacomelli, un innovatore geniale dei codici linguistici della fotografia. La “Biblioteque National de France” di Parigi ha costituito nel 2007 un “Fondo permanente” delle sue opere. Sue immagini sono state acquisite anche dal “MOMA” di San Francisco, “Guggenheim Museum” di New York, “Fine Art Museum” di Huston, “Istituto Superiore Storia della Fotografia”, “Archivio Fratelli Alinari”, oltre ad altre Istituzioni pubbliche e gallerie, in Italia e all’estero.

Piergiorgio Branzi (1928-2022) approaches photography in 1953, after having visited an exhibition by Henri Cartier-Bresson. Trained in the Tuscan Renaissance figurative tradition, endowed with a natural elegance, he soon became a master of the `` set portrait ''. Monsignors, children, bourgeois, villagers, taken by surprise, with subtle sarcasm, in balance between a subdued lyricism and a vivid psychological characterization. Among the first to grasp the modernity of the great foreign models and to experiment with the use of deep black, unknown in Italy in the 1950s, Branzi becomes, with Paolo Monti and Mario Giacomelli, a brilliant innovator of the linguistic codes of photography. The "Biblioteque National de France" of Paris established in 2007 a "Permanent Fund" of his works. His images have also been acquired by the "MOMA" of San Francisco, "Guggenheim Museum" of New York, "Fine Art Museum" of Huston, "Istituto Superiore Storia della Fotografia", "Archivio Fratelli Alinari", as well as other public institutions galleries, in Italy and abroad


Per acquistare l’opera o per ulteriori informazioni potete contattare Alessia Paladini Gallery compilando questo form.
If you want to buy or if you are interested in further information please contact Alessia Paladini Gallery trough this form.

ENQUIRY FOR

Piergiorgio Branzi, Gelataio sulla spiaggia di Senigallia, 1958








    ArtOnWall