Artista
Fabbrica Eos

Marco Circhirillo, Fabio Novembre, 2020

Stampa Giclée / Giclée print
Dimensioni / Size: cm. 50 x 100
Edizione / Edition: 5
Courtesy: Fabbrica Eos


Marco Circhirillo

Italia / Italy
https://www.fabbricaeos.it/fabbrica_eos/marco-circhirillo/

Marco Circhirillo (Parma, 1980) ha conseguito la Laurea Magistrale in Storia dell’Arte Contemporanea, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Parma.
La sua ricerca espressiva si concentra principalmente sull’utilizzo del mezzo fotografico, tra analogico e digitale, per arrivare a indagare l’uomo e l’identità, in tutte le sue sfaccettature. Nell’ambito dei premi internazionali di fotografia, nel 2020 ha vinto il Premio Partner MTArt Agency nell’ambito dell’Art Rights Prize, agenzia londinese dedicata alla promozione dei più talentuosi artisti emergenti.
Dal 2017 al 2018 si è distinto nella sezione Ritratto/Autoritratto del PX3, The Prix de la Photographie, Parigi e nel 2018 ha ricevuto la Menzione Speciale del Moscow Foto Awards (2018), mentre nel 2014 è risultato 1° classificato nella sezione Autoscatto del Limen Art di Vibo Valentina.
Tra le principali mostre personali, ricordiamo nel 2019 I colori di Narciso, (x Adoré), a cura di Fabbrica Eos; nel 2016 Molteplici, a cura di S. Simonini e A. Malagoli alla Zenone Contemporanea, Reggio Emilia e sempre nel 2016 Psicotropie, presso Natked, Milano, a cura di Fabbrica Eos.
Del 2014 la monografia edita da Rubbettino Marco Circhirillo. Doppelgänger, a cura di G. Bonomi, presentata a Photissima Art Fair & Festival, Torino mentre nel 2013 la partecipazione alla collettiva Il corpo solitario. L’autoscatto nella fotografia contemporanea, mostra e libro edito da Rubbettino e a cura di G. Bonomi.
Vive e lavora a Parma.

Marco Circhirillo (Parma, 1980) graduated in History of Contemporary Art (Master Degree) at the Faculty of Letters and Philosophy of Parma.
His expressive research mainly focuses on the use of the photographic medium (both analog and digital) to investigate humans and their identity, in all its facets.
As regards his international photography awards, in 2020 he won the MTArt Agency Partner Award as part of the Art Rights Prize of the MTArt Agency, a London reality dedicated to the promotion of the most talented emerging artists.
From 2017 to 2018, he distinguished himself in the Portrait/Self-Portrait section of the PX3, The Prix de la Photographie, in Paris and in 2018 he received a Honorable Mention from the Moscow Foto Awards, while in 2014 he was ranked 1st in the Self-Portrait section of Limen Art in Vibo Valentia. Among his main solo exhibitions, we remember The Colors of Narcissus, (x Adoré, 2019), curated by Fabbrica Eos, Molteplici (2016), curated by S. Simonini and A. Malagoli at Zenone Contemporanea (Reggio Emilia) and also Psicotropie (2016), at Naked (Milan,) curated by Fabbrica Eos.
In 2014, the monograph Marco Circhirillo – Doppelgänger, published by Rubbettino and curated by G. Bonomi, was presented at Photissima Art Fair & Festival (Turin), while in 2013 Marco Circhirillo participated to collective exhibition Il corpo solitario - L’autoscatto nella fotografia contemporanea, which also became a book published by Rubbettino and edited by G. Bonomi.
Marco Circhirillo lives and works in Parma.