Artista, MIA Fair 2022 @ Alessia Paladini Gallery

Lynn Saville, Space for Rent, New York City, 2015

Courtesy: Alessia Paladini Gallery

Stampa ai pigmenti
Archival pigment print
Dimensioni / Size: cm. 50 x 60
Edizione / Edition: 6

Contattare Alessia Paladini Gallery per il prezzo.
Please contact Alessia Paladini Gallery for the price.

ll critico statunitense Arthur C. Danto descrive Lynn Saville (Durham, North Carolina 1950) come "la risposta newyorkese a Eugène Atget, perchè si aggira per la sua città alla fine del giorno, raccogliendo i frammenti del passato quando passano nel presente, poco prima che vengano inghiottiti dalle ombre”.

Scattando all'alba o al tramonto - posizionando il cavalletto in modo furtivo per non attirare l'attenzione delle forze dell'ordine - l'artista ritrae luoghi svuotati della loro dimensione primaria, che diventa altra, quasi un set cinematografico dietro al quale si svelano abbandoni dovuti alla dilagante crisi finanziaria, o a espansioni edilizie che cancellano un passato fatto di persone e di consuetudini ormai desuete. Sono fotografie fatte anche di attese, sembra quasi che questi luoghi stiano aspettando una nuova possibilità di rigenerazione. La quasi totale assenza della presenza umana nelle fotografie di Lynn Saville facilita questa impressione di trasformazioni in divenire, immaginarie: i pochi passanti appaiono furtivamente, quasi dei fantasmi, spesso fuori fuoco (anche grazie alle lunghe esposizioni richieste dalla poca luce naturale).

Lynn Saville non assume una posizione apertamente critica verso i temi dello sviluppo urbano, piuttosto, la riflessione si rivolge ai segni visibili che i cambiamenti economici operano sul tessuto urbano. Il suo impegno sociale è presente, ma non interferisce con il suo senso del colore e della luce, della composizione o con la sua curiosità verso la “mano invisibile” del mercato immobiliare e i suoi effetti, molto visibili, sulla vita di ognuno.
In questo modo, Lynn Saville riesce a trasformare l’ordinario, colmando i vuoti con immaginarie profondità.
Nelle sue iridiscenti, enigmatiche fotografie, Lynne Saville trasporta l’ambivalenza visuale ed emotiva del momento di passaggio tra notte e giorno suggerendo il contrasto tra ciò che è visibile e ciò che non lo è; le sue immagini sospendono il tempo, privando i paesaggi urbani delle loro consuete caratteristiche e abitanti.

Arthur Danto has described Lynn Saville as New York's answer to Eugène Atget, because she "prowls her city at the other end of the day, picking up pieces of the past in the present, just before it is swallowed by shadows."
The suggestion of the solar cycle chimes with Saville’s interest in economic cycles of prosperity and decline, of which vacant storefronts are, for her, iconic. Devoid of their former programs and the accouterments thereof, these locations await the next generation of renovation, remodeling and reuse.
They don’t wait idly: stripped of specificity, they gain atmospherics and often take on new personalities.
The near-absence of people in Saville’s pictures facilitates these imaginary transmutations by positing their loss of a function as commercial traffic dwindled. The few pedestrians appear ghost-like, seen as faint blurs or only in part (this effect, of course, is a function of the long exposures needed for low-light conditions).
In her work, the artist takes no moral stance on the issues of development, gentrification and displacement, but is concerned with the outward signs and symbols of economic change. She wears her social engagement lightly, not allowing it to encumber her feeling for color and light, her sense of composition, or her curiosity about the “invisible hand” of the real estate market and its visible effect on the fabric of everyday urban life. In so doing, she turns the ordinary inside out and opens up its imaginary depths.


Lynn Saville

USA @ USA

COLLECTION MIA 2022

Per acquistare l’opera o per ulteriori informazioni potete contattare Alessia Paladini Gallery compilando questo form.
If you want to buy or if you are interested in further information please contact Alessia Paladini Gallery trough this form.

ENQUIRY FOR

Lynn Saville, Space for Rent, New York City, 2015








    ArtOnWall


    DESIGN POWERED BY