Artista
Artender

Greta Di Lorenzo, Ecce Homo, 2021

Stampa a getto d'inchiostro su carta cotone / Inkjet print on cotton paper
Dimensioni / Size: 60 × 45
Edizione / Edition: 1/5

Esplicitamente citando l’Ecce Homo di Antonello da Messina custodito a Piacenza, Greta di Lorenzo riflette specularmente l’immagine del celebre dipinto e si fa interprete dell'”Uomo dei dolori” attraverso un atto performativo estenuante. Il finale scatto fotografico fissa le lacrime, il rossore della pelle, le enfiagioni al volto, restituendo l’Uomo nell’universalità del dolore

Explicitly citing the Ecce Homo by Antonello da Messina kept in Piacenza, Greta di Lorenzo mirrors the image of the famous painting and interprets the "Man of Sorrows" through an exhausting performative act. The final photographic shot fixes the tears, the redness of the skin, the swelling on the face, returning the Man to the universality of pain


Greta Di Lorenzo

Italia / Italy

Nata a Milano nel 1994, Greta di Lorenzo realizza installazioni, fotografie e performance tra arte visuale e teatro. Muovendosi da sempre tra questi due mondi, dal 2015 al 2018 collabora come performer con Ilaria Bochicchio a Milano, New York e Miami.

Nel 2018 si diploma presso la scuola Teatro Arsenale, dove studia il metodo Lecoq con Marina Spreafico e Kuniaki Ida. In seguito si specializza in animazione su nero con Nadia Milani presso il Teatro del Buratto.

Nel 2019 realizza Alice: atto performativo presentato a Mantova, Milano e Ravenna.

Nel 2020 inizia Fabula Prava, progetto fotografico in essere che in sé riunisce fiaba e reale, immagine e gesto, e realizza due opere di videoarte per la voce di Alberto Nemo: Le vele e L’infinito. Con il progetto Venus Aequivoca è finalista al Combat Prize 2020. Girato nei mesi del primo lockdown, termina Metamorfosi, cortometraggio che racconta la lavorazione della scultura in marmo Sibilla del mattino di Christian Zucconi, concepita a partire da calchi dal vivo sull'Artista stessa.

Il 2021 si apre con un estenuante atto performativo fissato nell'opera fotografica Ecce Homo.

Born in Milan in 1994, Greta di Lorenzo creates installations, photographs and performances between visual art and theater. Always moving between these two worlds, from 2015 to 2018 he collaborates as a performer with Ilaria Bochicchio in Milan, New York and Miami.

In 2018 he graduated from the Teatro Arsenale school, where he studied the Lecoq method with Marina Spreafico and Kuniaki Ida. Later he specialized in animation on black with Nadia Milani at the Buratto Theater.

In 2019 he created Alice: a performative act presented in Mantua, Milan and Ravenna.

In 2020 Fabula Prava begins, an ongoing photographic project that brings together fairy tale and reality, image and gesture, and creates two works of video art for the voice of Alberto Nemo: Le vele and L’infinito. With the Venus Aequivoca project he is a finalist at the Combat Prize 2020. Filmed in the months of the first lockdown, Metamorfosi ends, a short film that tells the working of Christian Zucconi's marble sculpture Sibilla in the morning, conceived starting from live casts on the Artist herself.

2021 opens with an exhausting performative act fixed in the photographic work Ecce Homo.



ArtOnWall


DESIGN POWERED BY