Artista
Valeria Bella

Fausto Giaccone, Portella della Ginestra #2, 1967

Stampa digitale Fine Art ai pigmenti di colore / Digital Fine Art color pigment print
Dimensioni / Size: cm 30 x 40
Edizione / Edition: #3/10
Courtesy: Galleria Valeria Bella


Fausto Giaccone

Italia / Italy
http://faustogiaccone.com

Fausto Giaccone è nato a San Vincenzo, in Toscana, nel 1943.
E' cresciuto e si è formato a Palermo. Nel 1965 si trasferisce a Roma dove si laurea in architettura. L'anno 1968, con l'inizio del movimento degli studenti, segna la sua scelta di dedicarsi interamente alla fotografia. Da allora è stato un fotografo free lance interessato soprattutto ai reportage sociali. Le sue prime collaborazioni sono con giornali e riviste politiche romane come L'Astrolabio, Vie Nuove, Noi Donne. In quegli anni ha lavorato spesso nel Sud Italia come fotografo documentarista: in Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata e Sardegna. Nella seconda metà degli anni '70 ha anche lavorato a diversi documentari televisivi in Africa e America Latina. All'inizio degli anni '80 si è trasferito a Milano e fino al 2010 ha viaggiato molto per riviste geografiche, su argomenti scelti dalle riviste o da lui stesso.

Fausto Giaccone was born in San Vincenzo, Tuscany, in 1943.
He grew up and trained in Palermo. In 1965 he moved to Rome where he graduated in architecture. The year 1968, with the beginning of the student movement, marked his decision to devote himself entirely to photography. Since then he has been a free-lance photographer interested above all in social reportage. His first collaborations were with Roman newspapers and political magazines such as L'Astrolabio, Vie Nuove and Noi Donne. In those years he often worked in Southern Italy as a documentary photographer: in Sicily, Calabria, Apulia, Basilicata and Sardinia. In the second half of the 1970s he also worked on several television documentaries in Africa and Latin America. At the beginning of the 1980s he moved to Milan and until 2010 he travelled extensively for geographical magazines, on subjects chosen by the magazines or by himself.