Artista
Tallulah Studio Art

Donata Clovis, INTIMATE, 2009

FOTOGRAFIA, DIGITALE CANON 5D / PHOTOGRAPHY, DIGITAL CANON 5D - Print on Hahnemuhle paper,Fine Art Giclé - Photo Rag Baryta 315gsm 100% cotton white high gloss on leger support.
Dimensioni / Size: 12X12x2
Edizione / Edition: 1/5+2pd
Courtesy: Tallulah Studio Art

In occasione del Mia Photo Fair, Tallulah Studio Art presenta, dal 7 al 10 ottobre 2021, Cluster, un progetto fotografico che unisce e mette in dialogo i lavori di Donata Clovis, Donatella Izzo, Federica Angelino, Floris Andrea, Dario Zucchi e Andrea Milano. Sei artisti diversi tra loro per generazione, estetica e stile, accomunati dalla predilezione per la fotografia come mezzo narrativo e di indagine della realtà. Il file rouge che permette di avvicinare gli sguardi dei sei fotografi riguarda la ricerca sensoriale e lo sguardo documentaristico che caratterizza le loro fotografie, sia in chiave intimista sia in una prospettiva di analisi della collettività. Cluster rappresenta l’evoluzione di un progetto precedente curato da Patrizia Madau e Rossella Farinotti dal titolo Playtiles-The Instant presentato nell’ambito del DAAM Milano a ottobre 2020.
È la serie Playtiles di Donata Clovis che apre l’intero progetto, un tributo all’artista scomparsa nel 2016. La serie si compone di una raccolta di 100 fotografie autobiografiche di piccolo formato: scatti rubati alla vita comunitaria nei luoghi attraversati dalla fotografa comasca.
La sua ricerca fotografica testimonia un disagio interiore personale riflesso nella società, i suoi scatti sono molto reali e nitidi, in grado di trasmettere emozioni da angolazioni molto personali. Playtiles, è una selezione di on the road, ritratti e immagini personali, un mosaico che oltre l’intrinseca natura visiva divengono racconto verbale.

On the occasion of the Mia Photo Fair, Tallulah Studio Art presents, from 7 to 10 October 2021, Cluster, a photographic project that unites and puts in dialogue the works of Donata Clovis, Donatella Izzo, Federica Angelino, Floris Andrea, Dario Zucchi and Andrea Milano . Six artists different from each other in terms of generation, aesthetics and style, united by a predilection for photography as a narrative medium and investigation of reality. The common thread that allows the eyes of the six photographers to be brought closer concerns the sensory research and the documentary gaze that characterizes their photographs, both from an intimate point of view and from a perspective of analysis of the community. Cluster represents the evolution of a previous project curated by Patrizia Madau and Rossella Farinotti entitled Playtiles-The Instant presented as part of the Milan DAAM in October 2020.
It is the Playtiles series by Donata Clovis that opens the entire project, a tribute to the artist who passed away in 2016. The series consists of a collection of 100 small-format autobiographical photographs: shots stolen from community life in the places crossed by the Como photographer.
Her photographic research testifies to a personal inner discomfort reflected in society, her shots are very real and sharp, able to convey emotions from very personal angles. Playtiles, is a selection of on the road, portraits and personal images, a mosaic that, beyond the intrinsic visual nature, become a verbal tale.


Donata Clovis

ITALIA / Italy
http://www.donataclovis.com

Donata Clovis (Como, 15 maggio 1977 - Milano, 8 luglio 2016). Laureata all’Accademia di Belle Arti di Brera, durante gli studi in accademia è inseparabile dalla macchina fotografica. Il suo sguardo sensibile e curioso, cattura in maniera inconsueta volti, anime e luoghi della metropoli meneghina e in giro per il mondo. Il lavoro di Donata Clovis abbraccia diverse discipline, tra cui il teatro, il cinema e la musica, fino all’incontro con le dottrine orientali.
Dopo la laurea in scenografia, inizia a lavorare come fotografa nel mondo dei videoclip musicali e dei backstage cinematografici; contemporaneamente ottiene un master in fotografia di scena presso la Scala di Milano. Nel 2007 produce il suo primo lavoro teatrale Esito Infausto (musiche di Steve Piccolo e Gak Sato). Tra le collaborazioni più importanti il sodalizio umano e artistico con il regista Francesco Fei, insieme realizzano il video Pas de Deux, e con la giornalista Patrizia Massaia, per La Repubblica e l’inserto D oltre che la collaborazione con Elle Decor Italia. Fra gli altri artisti musicali ha collaborato per la parte fotografica del libro in pArte Morgan, edito da Eleuthera, e alle foto per la campagna di lancio del singolo Niente Paura di Ligabue.
“La ricerca che sto portando avanti come artista-fotografa riguarda l’unità tra corpo – psiche – mente e l‘alterazione di questo naturale equilibrio nella malattia. Il mezzo per indagare sull’ argomento per me è da sempre la fotografia, con l’attenzione rivolta verso la visione sottile, ovvero come percepiamo noi stessi in stati alterati o in casi di non-coscienza della nostra condizione psicofisica o spirituale.” D.C.

Donata Clovis (Como, 15 May 1977 - Milan, 8 July 2016). She graduated from the Brera Academy of Fine Arts, while studying at the academy she is inseparable from the camera. Her sensitive and curious gaze captures faces, souls and places in the Milanese metropolis and around the world in an unusual way. Donata Clovis's work embraces various disciplines, including theater, cinema and music, up to the encounter with oriental doctrines.
After graduating in scenography, she starts working as a photographer in the world of music video clips and backstage films; at the same time she obtained a master's degree in stage photography at the Scala in Milan. In 2007 she produced her first theatrical work Esito Infausto (music by Steve Piccolo and Gak Sato). Among the most important collaborations the human and artistic partnership with the director Francesco Fei, together they make the video Pas de Deux, and with the journalist Patrizia Massaia, for La Repubblica and the insert D as well as the collaboration with Elle Decor Italia. Among other musical artists she collaborated on the photographic part of the pArte Morgan book, published by Eleuthera, and on the photos for the launch campaign of the single Niente Paura di Ligabue.
"The research I am carrying out as an artist-photographer concerns the unity between body - psyche - mind and the alteration of this natural balance in illness. For me, the means to investigate the subject has always been photography, with the focus on subtle vision, or how we perceive ourselves in altered states or in cases of non-consciousness of our psychophysical or spiritual condition. " A.D.



ArtOnWall


DESIGN POWERED BY