Daniëlle van Ark

'Un gruppo di uccelli Meissen, un servizio da tavola Meissen', dalla serie In Retrospect
2014
FLAT//LAND

Courtesy: FLAT // LAND, Amsterdam

Stampa a Pigmenti Hahnemühle Baryta
Pigment print op Hahnemühle Baryta
Dimensioni / Size: 83,7 x 53,5 cm
Edizione / Edition: Ed. of 5 + 2 AP

Prezzo / Price: On request

Per questo lavoro Van Ark strappò pagine di cataloghi d'arte di Tefaf e Sotheby's. In questi cataloghi fa la sua comparsa l'intero spettro della storia dell'arte, poiché le case d'asta mirano a includere i pezzi più rari o esclusivi. Posizionando le pagine selezionate sopra una lightbox e fotografando le immagini con una fotocamera analogica, Van Ark gioca con la sovrapposizione di mondi, materiali e tempi preesistenti su entrambi i lati delle pagine. “In Retrospect” gioca con il potere dell’artista di combinare residui di tempi diversi e di ricontestualizzarli giocosamente nel mondo dell’arte contemporaneo.

For this work Van Ark tore pages of art catalogues from Tefaf and Sotheby’s. On these catalogues, the whole spectrum of art history makes an appearance, as the auction houses aim to include the most rare or exclusive pieces. By placing selected pages on top of a lightbox and photographing the imagery with an analogue camera, Van Ark plays with the overlaying of worlds, materials, and times pre-existing on both sides of the pages. ‘In Retrospect’ plays with the power of the artist to combine residues of different times and playfully re-contextualising these within the contempory artworld.


Daniëlle van Ark

PAESI BASSI

Come fa un’opera d’arte ad acquisire valore e significato? Quali sono i processi in gioco? E qual è il ruolo dell’artista in tutto questo? Questi sono i temi ricorrenti nell'opera di Daniëlle van Ark (Paesi Bassi, 1974-). Interessato ai “sistemi opachi di creazione di valore”, van Ark esplora i meccanismi attraverso i quali determinati oggetti e immagini acquisiscono status all’interno delle regole non scritte del mondo dell’arte. Van Ark ha studiato alla KABK dell'Aia ed è stato residente alla Rijksakademie van Beeld Kunsten di Amsterdam.

How does a work of art acquire value and meaning? What are the processes at play? And what is the artist’s role in all of this? These are the recurrent themes in the oeuvre of Daniëlle van Ark (The Netherlands, 1974-). Interested in “opaque systems of value creation”, van Ark explores the mechanisms through which certain objects and images acquire status within the unwritten rules of the artworld. Van Ark studied at the KABK in The Hague and was resident at Rijksakademie van Beeld Kunsten Amsterdam.


Per acquistare l’opera o per ulteriori informazioni potete contattare FLAT//LAND compilando questo form.
If you want to buy or if you are interested in further information please contact FLAT//LAND trough this form.

ENQUIRY FOR

Daniëlle van Ark, 'Un gruppo di uccelli Meissen, un servizio da tavola Meissen', dalla serie In Retrospect, 2014








    ArtOnWall