Artista
Parallel 2021 by Mosca Partners

Babled Studio & Valentina Zanobelli, "Azoici", 2021

Hahnemuhle Photo Rag® Baryta 315g Dibond 2 mm Wooden frame / Hahnemuhle Photo Rag® Baryta 315g Dibond 2 mm Wooden frame
Dimensioni / Size: L. 117 x W. 4 x H. 167 cm
Edizione / Edition: 3 + 2 AP

"Questi macro dettagli ingranditi estratti da opere in vetro, disegnate da Emmanuel Babled a Murano, sono astrazioni fotografiche che catturano la qualità più intima del vetro attraverso il senso primordiale di forma, colore e linea. Esplorano la relazione tra l'innovazione digitale bidimensionale e la virtuosa materialità del vetro, una dichiarazione estetica che utilizza tecniche fotografiche di altissima qualità.

Nel saggio di Walter Benjamin del 1929 sulla storia della fotografia, egli proclamava la "seconda natura" del mezzo come la sua intrinseca capacità di estrapolare e astrarre il visibile dal reale. Egli infatti scrisse: "È un'altra natura, che parla alla macchina fotografica piuttosto che all'occhio".

La delicata superficie del vetro, che varia tra trasparenza e opacità, è catturata, isolata e trasposta su una superficie bidimensionale che agisce come un portale astratto, visivo e sensoriale nella natura stessa del materiale.

Le immagini digitali sono trasposte in un NFT, che è trasferibile ma non può essere duplicato o riprodotto. Questo rappresenta un significativo cambio di paradigma nella storia dell'arte, dove gli oggetti digitali astratti sono da considerarsi alla pari con il possesso di un oggetto fisico e unico, come il già citato virtuosismo di un'opera in vetro di Murano e l'insuperabile maestria dietro di esso."

"Questi macro dettagli ingranditi estratti da opere in vetro, disegnate da Emmanuel Babled a Murano, sono astrazioni fotografiche che catturano la qualità più intima del vetro attraverso il senso primordiale di forma, colore e linea. Esplorano la relazione tra l'innovazione digitale bidimensionale e la virtuosa materialità del vetro, una dichiarazione estetica che utilizza tecniche fotografiche di altissima qualità.

Nel saggio di Walter Benjamin del 1929 sulla storia della fotografia, egli proclamava la "seconda natura" del mezzo come la sua intrinseca capacità di estrapolare e astrarre il visibile dal reale. Egli infatti scrisse: "È un'altra natura, che parla alla macchina fotografica piuttosto che all'occhio".

La delicata superficie del vetro, che varia tra trasparenza e opacità, è catturata, isolata e trasposta su una superficie bidimensionale che agisce come un portale astratto, visivo e sensoriale nella natura stessa del materiale.

"These enlarged macro details extracted from glass works, designed by Emmanuel Babled in Murano, are photographic abstractions that capture the innermost quality of glass via the primal sense of form, colour and line. They explore the relationship between bi-dimensional digital innovation and the virtuous materiality of glass, an aesthetic statement using photographic techniques of the utmost quality.

In Walter Benjamin’s 1929 essay on the history of photography, he proclaimed the medium’s “second nature” as its inherent ability to detach and abstract the visible from the real. “It is another nature which speaks to the camera, rather than to the eye”, he wrote.

The delicate glass surface, which oscillates between transparency and opacity, is captured, isolated and transposed onto a bi-dimensional surface which acts as an abstract, visual and sensory portal into the very nature of the material.

The digital images are transposed into one NFT, which is transferrable but can't be duplicated or reproduced. It represents a significant paradigm shift in the history of art, where abstract digital objects are to be considered on par with the possession of a physical and unique object, such as the aforementioned virtuosity of a Murano glass work and the unsurpassed craftsmanship behind it."


Babled Studio & Valentina Zanobelli

Portogallo / Portugal
https://www.babled.net/

"Da quando ha aperto il suo studio nel 1992, Emmanuel Babled ha lavorato a stretto contatto con gli artigiani che realizzano i suoi pezzi in tutto il mondo, per garantire una perfetta fusione tra design contemporaneo e artigianato di alta gamma.
Questa volta, Babled collabora con una fotografa, che utilizza le sue conoscenze tecniche per materializzare i suoi obiettivi artistici."

"Since opening his studio in 1992, Emmanuel Babled has worked closely with the artisans who make his pieces around the world, to ensure a perfect fusion between contemporary design and high-end craftsmanship.
This time, Babled collaborates with a photographer, who uses her technical knowledge to materialise his artistic goals."



ArtOnWall


DESIGN POWERED BY