MIA PHOTO FAIR 2017 | 10 - 13 MARZO| THE MALL | PORTA NUOVA VARESINE, PIAZZA LINA BO BARDI 1, MILANO
LA FIERA INTERNAZIONALE D’ARTE DEDICATA ALLA FOTOGRAFIA E ALL'IMMAGINE IN MOVIMENTO

VINCITORE IV EDIZIONE PREMIO ARCHIVI

L’Archivio fotografico di Paola Agosti è il vincitore della IV Edizione Premio “Tempo ritrovato – Fotografie da non perdere”

Microsoft PowerPoint - Presentazione standard1

Comunicazione Ufficiale Selezione Archivio Vincitore

IV Edizione Premio “Tempo ritrovato”- Fotografie da non perdere

La quarta edizione del Premio “Tempo ritrovato”- Fotografie da non perdere ha assegnato il riconoscimento all’archivio fotografico di Paola Agosti.

 Le motivazioni

La Giuria della IV edizione del premio Tempo ritrovato”- Fotografie da non perdere, ideato da IO Donna, in collaborazione con MIA Photo Fair, Eberhard & Co., il Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo e con il patrocinio di Regione Lombardia, ha giudicato l’archivio fotografico di Paola Agosti (Torino, 1947) meritevole del premio, in quanto documenta, e ben rappresenta, la vita sociale e culturale degli anni Settanta, in particolare il tema individuato dalla Giuria: il Femminismo, movimento tra i più significativi di quegli anni.

La ricerca di Paola Agosti registra con attenzione e garbo il movimento dal 1968 al 1982, testimone, dietro l’obiettivo della sua macchina fotografica, delle battaglie e conquiste delle donne di tutta Italia. La sua lunga ricerca è stata infatti paragonata al diario di una intera generazione di donne.

Lo sguardo di Paola Agosti documenta la nascita del movimento, le attività, le proteste e le manifestazioni presentandoci il clima culturale e sociale, oltre che politico che ha caratterizzato e condizionato profondamente la vita italiana negli aspetti più profondi. Negli scatti in bianco e nero di alcuni suoi libri sul femminismo come Riprendiamoci la Vita (1976) troviamo molti elementi legati alla storia del movimento: dalla presa di coscienza delle donne, giovani e non, le rivendicazioni per i diritti al divorzio, all’aborto e a agli asili nido e le lotte contro la violenza, l’isolamento e il lavoro domestico.

 La Giuria:

Fabio Castelli (MIA Photo Fair)

Renata Ferri (IO donna – il femminile del Corriere della Sera)

Laura Gasparini (Fototeca della Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia)

Lucia Miodini (Centro Studi e Archivio della Comunicazione, Università Studi Parma)

Roberta Valtorta (MUFOCO – Museo di Fotografia Contemporanea)

Milano, 25 Marzo 2016

 


 

 

Eberhard     CdS_IO_DONNA_positivo      miaphotofair

 

PREMIO ARCHIVI – IV EDIZIONE “TEMPO RITROVATO – FOTOGRAFIE DA NON PERDERE”

MIA Photo Fair, in collaborazione con Eberhard & Co., il Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo ed IO Donna, ideatore del Premio, con il patrocinio di Regione Lombardia, apre le adesioni per la partecipazione alla quarta edizione del Premio “Tempo ritrovato  – Fotografie da non perdere”.

Sono invitati a partecipare gli archivi privati di autori italiani, in vita e non, che hanno svolto un importante lavoro in tutte le forme del linguaggio fotografico: ritratto, paesaggio, moda, design, fotogiornalismo, architettura ecc, purché di rilevanza artistica e di valore documentario.
Nel 2013 il premio è stato dedicato agli anni ’50, nel 2014 agli anni ’60, nel 2015 in concomitanza con l’Esposizione Universale è stato presentato un progetto di valorizzazione ed esposizione di immagini provenienti dal Fondo Fotografico di Giuseppe Pellizza da Volpedo, per il 2016 invece il premio sarà dedicato agli anni ’70.

Conservare i frammenti della nostra vita consegnandoli alla storia. Come eravamo? Cosa abbiamo perso? Coste, catene montuose, morfologia naturale e opere architettoniche, come sono cambiati i nostri paesaggi? Abitudini, tradizioni, culti e riti sono scomparsi o si sono trasformati? Per saperlo non ci resta che vedere e comparare.
Per farlo la fotografia è strumento efficace e potente, capace di parlare a tutti, indispensabile nella ricostruzione documentaria.
Oggi molte immagini sono patrimonio di archivi personali, alcuni abbandonati, altri affidati ad eredi che non sanno o non possono conservare adeguatamente il patrimonio che hanno.
Gli archivi storici hanno bisogno del nostro aiuto.
Conservare, catalogare e rendere fruibile questo patrimonio iconografico è un’occasione per tutti, non solo per l’informazione e l’editoria ma anche per la didattica e la cultura.

Eberhard & Co., Sponsor del Premio, IO donna, il femminile del Corriere della Sera di RCS Mediagroup, ideatore del Premio, e MIA Photo Fair, ospite del Premio, con il patrocinio di Regione Lombardia e la collaborazione del Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo vogliono offrire un momento di attenzione, attraverso la quarta edizione del Premio “Tempo ritrovato – Fotografie da non perdere”, come contributo per la conservazione e l’utilizzo da parte dell’intera comunità di un archivio storico italiano.
Un premio che nelle intenzioni dei Promotori ha dunque una cadenza annuale – inaugurata nel 2013 e da svilupparsi come triennio – un’occasione per rendere visibile e far conoscere l’opera di autori schivi o spesso dimenticati.

Il nostro messaggio è chiaramente volto a porre l’attenzione sulla memoria storica del nostro Paese che va catalogata, conservata e tutelata.  

Il Premio introduce un’importante novità nella storia dei premi fotografici: quella di portare alla luce opere realizzate nel passato, scalfendo la consuetudine dei premi destinati a lavori in progress o a progetti contemporanei.

Dopo aver assegnato il riconoscimento nella seconda edizione del 2014 all’archivio di Tranquillo Casiraghi, meritevole del premio, in quanto capace di rappresentare, attraverso un corpo significativo di progetti relativi alla vita sociale in Italia negli anni Sessanta, i Promotori desiderano coinvolgere per la quarta edizione del Premio tutti gli archivi con lavori realizzati durante gli anni ’70.

Il Comitato Scientifico del Premio Archivi (il Comitato Scientifico) è composto da Fabio Castelli (MIA Photo Fair), Renata Ferri (IO donna – il femminile del Corriere della Sera), Laura Gasparini (Fototeca della Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia), Lucia Miodini (Centro Studi e Archivio della Comunicazione, Università degli Studi di Parma), Roberta Valtorta (Museo di fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo), e valuterà le opere pervenute, attribuendo il Premio all’archivio che meglio rappresenta un aspetto del nostro passato.

Il Premio consiste in un contributo in denaro che sarà corrisposto al proprietario dell’Archivio vincitore al fine di supportare i costi relativi agli interventi necessari all’inventariazione, catalogazione, digitalizzazione in alta risoluzione, conservazione e restauro dell’archivio vincitore.
Al fine di presentare al pubblico le opere dell’Archivio vincitore, all’interno di MIA Photo Fair verrà allestita una mostra con il materiale originale dell’archivio vincitore. Durante MIA Photo Fair verrà anche organizzata una tavola rotonda con la partecipazione dei membri del Comitato Scientifico del Premio e di ospiti esperti per celebrare l’opera dell’archivio vincitore.

Per informazioni si prega di contattare la segreteria organizzativa di MIA Photo Fair

info@miafair.it  – tel 0283241412

Scarica Bando Premio Archivi_IV edizione

This content is also available in: English

Trackback dal tuo sito.

No tweets found.