MIA PHOTO FAIR X EDIZIONE MARZO 2020 MILANO
LA FIERA INTERNAZIONALE D’ARTE DEDICATA ALLA FOTOGRAFIA E ALL'IMMAGINE IN MOVIMENTO

Bocconi – Patagonia di Niccolò Aiazzi

Circo de Los Altares, Campo de Hielo Patagonico Sur (Cile), 2019

Continua il sodalizio tra MIA Photo Fair e l’Università Bocconi di Milano con l’apertura della mostra Patagonia di Niccolò Aiazzi, visitabile ‪dal‬ ‪19 Giugno al 19 Settembre‬ presso lo spazio dedicato alla fotografia d’arte di ‪Via Sarfatti 25, Milano.‬

La Mostra: Luoghi fisici e meta-fisici, che trasmettono la forza e la potenza della natura ma allo stesso tempo la sua fragilità e i suoi limiti terreni. Si tratta infatti di paesaggi purtroppo in pericolo, che rischiano di essere distrutti o compromessi dalla civilizzazione e dall’inquinamento del mondo industrializzato. In un momento storico tristemente caratterizzato da cambiamenti climatici epocali, in cui la nostra sopravvivenza sul pianeta terra rischia di essere messa in discussione, il paesaggio da sfondo assume una centralità che è figlia della malinconia e di un senso di perdita.

Università Bocconi – Bocconi Art Gallery
Foyer della sala ristorante (piano seminterrato) Via Sarfatti, 25 – Milano‬
Dal 19 Giugno al 19 Settembre 2019‬
‪Dal lunedì al venerdì: ore 9.00-20.00 / sabato: ore 10.00-18.00‬
Ingresso libero e gratuito

Interno in surreale. Nelle opere di Luca Gilli

Luca Gilli_Orange_Un musée après #7466, 2014_Stampa giclée su carta Canson Baryta, ed.3+2 pa

MIA Photo Fair presenta  nello spazio dedicato alla fotografia d’arte dell’Università Bocconi, la mostra personale dell’artista Luca Gilli, Interno in surreale, in collaborazione con la galleria Paola Sosio Contemporary Art.

Come in un gioco di combinazioni possibili, le singole opere sono state qui mixate di serie in serie (Blank 2008-, Raw state 2013-, Un musée après 2014-,) accostando soggetti e riprese che in realtà sono distanti tra loro anche di anni, per creare un display espositivo fatto di accostamenti inediti.

È questo un grande valore dei corpus di opere che indicano la profondità della ricerca dell’autore: il fatto che, anche spostandosi da una parte all’altra di un pentagramma visivo, e di ricerche su temi differenti, gli accordi restano e suonano armonici. 

L’Eccellenza Nascosta. L’industria italiana tra 1978 e 1996 nelle fotografie di Edward Rozzo

Edward Rozzo, Sisas – Glowing Tubes, 1997, Giclée Print Omega Rag Fine Art 2018, 40x40cm

MIA Photo Fair presenta in questo spazio dedicato alla fotografia d’arte dell’Università Bocconi, la mostra personale dell’artista italo-americano Edward Rozzo L’Eccellenza Nascosta, L’industria italiana tra 1978 e 1996.

Dietro ogni prodotto dell’Eccellenza Italiana si cela l’Industria: dal food alla moda, dalle automobili all’aerospazio, ogni stabilimento e ogni settore si fonda sulla ricerca e sviluppo, sull’ingegneria, su calcoli di efficienza, su macchinari, sulla gestione manageriale e sul capitale umano rappresentato dalle moltitudini di persone provenienti da ogni parte del mondo..

Questa realtà industriale, un insieme complesso di competenza e creatività, determinazione e coraggio, capacità e visione, rappresenta il mondo nascosto dell’Eccellenza Italiana. Un ambiente affascinante, visivamente pieno di mistero, colore, forme e materia prima, che si manifesta nelle fotografie di Edward Rozzo.

Aurélie Mathigot. Regards tissés sur Tokyo

Aurélie Mathigot Tokyo, échange.2011. 73 X 54 cm. Foto stampata su tela, ricamo

MIA Photo Fair presenta, in collaborazione con il Flux Laboratory di Ginevra, nello spazio dedicato all’arte fotografica dell’Università Bocconi di Milano, la mostra personale dell’artista francese Aurélie Mathigot dal titolo Regards tissés sur Tokyo.

Il progetto espositivo dell’artista si basa su una serie di lavori stampati su tela e in seguito ricamati in alcuni punti. Il tessuto viene utilizzato come linguaggio per creare un legame tra processi artistici diversi come la fotografia e il ricamo.

In parallelo a questo lavoro bidimensionale, Aurélie Mathigot crea sculture in corda, lana e cotone utilizzando la tecnica dell’uncinetto e combinando altri materiali presi dalla vita quotidiana come il legno, la cera e la ceramica.

Lelli e Masotti

L’Attimo prima della musica, Riccardo Chailly, Orchestra Verdi Auditorium, Milano 2002, Stampa ink-jet, Cornice satinata nera di alluminio, dimensioni 60 x 90 cm

Per il quarto appuntamento nello spazio dedicato all’arte fotografica dell’Università Bocconi di Milan, sarà visibile fino al 15 novembre la mostra delle opere degli artisti Silvia Lelli e Roberto Masotti, promossa e curato da MIA Photo Fair in collaborazione con BAG – Bocconi Art Gallery.

In questa mostra confluiscono consistenti frammenti di lavori che nel tempo i due fotografi hanno dedicato al rapporto che sussiste tra fotografia e musica, e agli spazi dove il suono cresce e si sviluppa: i teatri. Gli ambienti rappresentati dai fotografi sono quelli dei grandi teatri italiani di tradizione sette – ottocentesca, tra cui il Teatro alla Scala.

MIA Photo Fair

RINGRAZIAMO TUTTI GLI ESPOSITORI E I VISITATORI DELLA NONA EDIZIONE DI MIA PHOTO FAIR! ARRIVEDERCI AL 2020! THANK… https://t.co/0liRLU1q7h

BY_X

MIA Photo Fair

RT @MyUniSR: "Il bello è indipendente da qualsiasi forma". Da Van Gogh a Lisippo, da Canova a Kandinskij: il Prof. Valagussa @MyUniSR parla…

BY_X